Il Tribunale di Roma sceglie la tipologia di vendita telematica per le esecuzioni immobiliari

15.11.2018

Il Tribunale di Roma, con la comunicazione che si riporta integralmente, ha scelto il modello di vendita sincrona mista per le aste telematiche previste come obbligatorie dalla vigente normativa sulle vendite nelle esecuzioni immobiliari.
Tale modello prevede la possibilità di partecipazione all’asta immobiliare sia in modalità telematica sia con la presenza fisica del soggetto nel luogo ove si svolgono le operazioni di vendita.
In calce alla comunicazione è possibile scaricare il file del modulo di conferimento della delega e di avviso di vendita ufficiali  rilasciati dal Tribunale.
Ulteriori moduli sono disponibili sul sito ufficiale del Tribunale al seguente link: http://www.tribunale.roma.giustizia.it/esecuzioni_immobiliari_modulistica.aspx
 
IL PRESIDENTE DEL TRIBUNALE
AL VIA LA VENDITA TELEMATICA NELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI
 
A far data da lunedì 5 novembre, nelle vendite degli immobili pignorati si introdurrà la modalità telematica in attuazione di recente riforma, che ne ha reso obbligatoria l’applicazione.
Tra le tre tipologie possibili, il Tribunale di Roma ha scelto la vendita telematica sincrona mista che, coniugando il metodo tradizionale della presentazione dell’offerta cartacea con la modalità telematica, è stata ritenuta maggiormente idonea a garantire il più ampio accesso alla vendita.
Per le procedure esecutive in cui, a partire dal 5 novembre, verrà disposta la vendita con l’indicata modalità telematica, ai cittadini interessati sarà, quindi, consentito di presentare l’offerta di acquisto e partecipare alla gara anche dal proprio domicilio con l’uso del computer. Al riguardo, si consiglia estrema attenzione nella compilazione del modello informatico di offerta telematica, presente sul portale delle vendite pubbliche, previa consultazione del manuale messo a disposizione degli utenti.
E’ comunque fatto salvo il ricorso al metodo tradizionale cartaceo per chi non avesse confidenza con lo strumento informatico.
Si sono adottate le più ampie cautele per garantire la segretezza dell’offerta telematica sino al giorno della vendita con la predisposizione di un conto corrente unico dedicato ai versamenti “anonimi” delle cauzioni dei soli offerenti telematici.
E’ anche assicurata idonea assistenza non solo agli ausiliari del giudice dell’esecuzione ma anche ai cittadini interessati attraverso la collaborazione dei gestori delle vendite telematiche iscritti nell’apposito elenco ministeriale per il distretto di Roma.
Si auspica che l’ingresso della modalità telematica possa, in tempi rapidi, apportare ancor più trasparenza, snellezza, economicità e partecipazione alle vendite pubbliche nell’interesse delle parti coinvolte.