Accertamento dell’obbligo del terzo – Fallimento del debitore – Improseguibilità dell’azione ex art. 51 l.f. – Carenza di interesse ad agire – Corte di Cassazione, terza sezione civile, Ordinanza n. 9624 del 19 aprile 2018

20.04.2018

La terza sezione civile della Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 9624 del 19 aprile 2018, in riferimento al giudizio di accertamento dell’obbligo del terzo ha pronunciato il seguente principio di diritto: ” In tema di espropriazione forzata di crediti presso terzi, tanto prima che successivamente alla riforma del giudizio di accertamento dell’obbligo del terzo dalla l. n. 228 del 2012, si deve escludere che, qualora sopraggiunga nel corso del suo svolgimento ed in una situazione nella quale il processo esecutivo sia pendente sebbene sospeso in ragione della sua pendenza, l’art. 51 della legge fallimentare possa giustificare la sua improcedibilità. Deve, altresì, escludersi che l’improcedibilità del processo esecutivo ai sensi dell’art. 51 della legge costituisca situazione di sopravvenuta carenza del requisito dell’interesse ad agire rispetto allo svolgimento del giudizio.”

 

 



Scarica documento