ADOZIONE PARTICOLARE – DISSENSO DEL GENITORE NON CONVIVENTE TITOLARE DELLA RELATIVA POTESTÀ – EFFICACIA PRECLUSIVA AI SENSI DELL’ART. 46 L. N. 184 DEL 1983 – LIMITE DISGREGAZIONE CONTESTO FAMILIARE – Corte di Cassazione, prima sezione civile, Ordinanza n. 18827 del 16 luglio 2018

24.07.2018

La prima sezione civile della Corte di Cassazione, con l’ Ordinanza n. 18827 del 16 luglio 2018, affrontando la questione dell’ adozione particolare, e valutando l’orientamento giurisprudenziale affermato nella sentenza n. 18575 del 2015 della Suprema Corte  ha affermato il seguente principio di diritto: ”  In tema di adozione particolare,il dissenso manifestato dal genitore titolare della responsabilità genitoriale, anche se non convivente con il figlio minore, ha efficacia preclusiva ai sensi dell’art. 46, comma 2, della I n. 184 del 1983, salvo che non sia stata accertata una situazione di disgregazione del contesto familiare d’origine del minore in conseguenza del protratto venir meno del concreto esercizio di un rapporto effettivo con il minore stesso da parte del genitore esercente la responsabilità”.



Scarica documento