ACQUISTO IMMOBILE DA CONIUGI IN COMUNIONE – AGEVOLAZIONI “PRIMA CASA” – VENDITA A TERZI PRIMA DEL QUINQUENNIO – ATTUAZIONE DI ACCORDI RAGGIUNTI IN SEDE DI SEPARAZIONE O DI DIVORZIO – REVOCA DEI BENEFICI FISCALI – Corte di Cassazione, quinta sezione tributaria, Ordinanza n. 7966 del 21 marzo 2019

28.03.2019

La quinta sezione tributaria della Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 7966 del 21 marzo 2019, con riferimento alla questione attinente alla  vendita a terzi del bene acquistato, con le agevolazioni “prima casa”,  in comunione dai coniugi,  prima del decorso del termine di cinque anni dall’acquisto, non comporta la revoca dai benefici fiscali “….. in quanto l’atto stipulato in sede di separazione personale (o anche di divorzio) e comportante la vendita a terzi di un immobile in comproprietà e la successiva divisione del ricavato, pur non facendo parte delle condizioni essenziali di separazione rientra sicuramente nella negoziazione globale dei rapporti tra i coniugi ed è, pertanto, meritevole di tutela, risiedendo la propria causa – contrariamente a quanto ritenuto dall’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 27/E del 21 giugno 2012 – nello “spirito di sistemazione, in occasione dell’evento di separazione consensuale, dei rapporti patrimoniali dei coniugi sia pure maturati nel corso della convivenza matrimoniale” Cass. n. 16909 del 19/08/2015, in motivazione)”



Scarica documento