Armi – delitto di porto illegale in luogo pubblico di arma comune da sparo – delitto di porto in luogo pubblico di arma clandestina – concorso – esclusione – Corte di Cassazione – Sezioni Unite penali – sentenza n. 41588 del 22 giugno 2017

06.10.2017

Le Sezioni Unite penali della Corte di Cassazione con la sentenza n. 41588 del 22 giugno 2017 hanno affrontato il tema seguente  “Se il delitto di porto illegale in luogo pubblico di arma comune da sparo (artt. 4 e 7 legge n. 895 del 1967) e il delitto di porto in luogo pubblico di arma clandestina (art. 23, primo e quarto comma, legge n. 110 del 1975) sono tra loro in concorso formale ovvero il secondo assorbe, per specialità, il primo”. La Suprema Corte nel dirimere la questione ha stabilito il seguente principio di diritto: “I delitti di detenzione e porto illegali in luogo pubblico o aperto al pubblico di arma comune da sparo ex artt. 2, 4 e 7 legge 2 ottobre 1967, n. 895, non concorrono, rispettivamente, con quelli di detenzione e porto in luogo pubblico o aperto al pubblico della stessa arma clandestina, ex art. 23, primo, terzo e quarto comma, legge 18 aprile 1975, n. 110”.