ARRESTO IN FLAGRANZA – REATO ABITUALE – PREGRESSE DENUNCE DELLA VITTIMA – Corte di Cassazione, quinta sezione penale, sentenza n. 7915 del 3 dicembre 2018, depositata in data 21 febbraio 2019

28.02.2019

La quinta sezione penale della Corte di cassazione con la sentenza n. 7915 del 3 dicembre 2018, depositata in data 21 febbraio 2019, ha affermato che, nei reati abituali, ” ……all’arresto in flagranza è possibile procedere anche quando il bagaglio conoscitivo del soggetto che procede all’arresto derivi da pregresse denunce della vittima, relative a fatti a cui egli non abbia assistito personalmente, purchè, per quanto si è detto,  che tale soggetto assista a una frazione dell’attività delittuosa che, sommata a quella oggetto di denuncia, integri l’ abitualità richiesta dalla norma; ovvero, purchè – già forte del suo bagaglio conoscitivo, –  il soggetto in questione sorprenda il reo con cose o tracce dalle quali appaia che questi  ha commesso il reato immediatamente prima”.



Scarica documento