Art. 168. – Pagamento di cambiale scaduta

28.02.2019

1. In deroga a quanto disposto dall’art. 166, comma 2, non può essere revocato il pagamento di una cambiale, se il possessore di questa doveva accettarlo per non perdere l’azione cambiaria di regresso. In tal caso, l’ultimo obbligato in via di regresso, in confronto del quale il curatore provi che conosceva lo stato di insolvenza del principale obbligato quando ha tratto o girato la cambiale, deve versare la somma riscossa al curatore.

 

articolo precedente

vai all’indice

articolo successivo