Art. 57. – Rinvio dell’udienza di comparizione

04.02.2017

Se non vi è udienza nel giorno fissato nell’atto di citazione o nel processo verbale indicato nell’art. 316 secondo comma del codice, la comparizione s’intende rimandata all’udienza immediatamente successiva tenuta dal giudice designato.
Se nell’udienza di comparizione non possono essere sentite le parti, il giudice di pace dà atto nel processo verbale della loro comparizione e rimanda la causa all’udienza immediatamente successiva.