ASSEGNO DIVORZILE – REVISIONE – GIUSTIFICATI MOTIVI SOPRAVVENUTI EX ART. 9, COMMA 1, LEGGE N. 898 DEL 1970 – ACCERTAMENTO DI FATTO – NECESSITÀ – MUTAMENTO GIURISPRUDENZIALE – Corte di Cassazione, prima sezione civile, sentenza n. 1119 del 20 gennaio 2020

23.01.2020

La Prima Sezione civile della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 1119 del 20 gennaio 2020 in merito alla domanda di revisione dell’assegno divorzile che sia stato determinato antecedentemente all’evoluzione giurisprudenziale seguita alle sentenze  n. 11504/2017  e  n. 18287/2018,  ha affermato che “……il mutamento sopravvenuto delle condizioni patrimoniali delle parti attiene agli elementi di fatto ed è necessario, a monte, che esso sia accertato dal giudice perché possa procedersi al giudizio di revisione dell’assegno divorzile, da rendersi, poi, al lume dei rinnovati principi giurisprudenziali”.

 



Scarica documento

Scarica documento