Assenza per malattia – Mancato invio certificato medico – Licenziamento per giusta causa – Applicabilità – Sentenza n. 18858 del 26 settembre 2016

30.09.2016

La Sezione Lavoro della Corte di cassazione, con la sentenza n.  18858 del 26 settembre 2016, pur riaffermando l’obbligo in capo al lavoratore di attivare il procedimento di cui all’art. 55-septies, commi 1 e 2, del D.Lgs. 165/2001, che si concretizza con l’invio telematico da parte del medico curante o della struttura sanitaria della certificazione all’INPS, ha riconosciuto che non è sempre possibile l’adozione automatica delle sanzioni disciplinari previste dalla normativa.

La Suprema Corte, ha ribadito che permane il sindacato giurisdizionale sulla proporzionalità della sanzione rispetto al fatto addebitato.

Alla luce delle circostanze concrete, quali l’intervenuta visita fiscale in un breve arco di tempo dopo la comunicazione, con la quale veniva riconosciuta la sussistenza della malattia, la Corte territoriale non ha fatto corretta applicazione dei principi affermati dalla giurisprudenza, non essendo ravvisabili gli elementi per il licenziamento per giusta causa, caratterizzati da una grave negazione dell’elemento fiduciario sul quale si basa il rapporto di lavoro.

 



Scarica documento