AUTORICICLAGGIO – ’“EXTRANEUS” – CONTRIBUTO CAUSALMENTE RILEVANTE – CONDOTTA TIPICA DELL’“INTRANEUS” AART. 648-TER.1 COD. PEN. –CONCORSO IN AUTORICICLAGGIO – Corte di Cassazione, seconda sezione penale, sentenza n. 17235 del 17 gennaio 2018, depositata in data 18 aprile 2018

30.04.2018

La Seconda Sezione penale della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 17235 del 17 gennaio 2018, depositata in data 18 aprile 2018 ha affermato, in tema di autoriciclaggio, dopo aver ribadito l’applicabilità dell’art. 648-ter.1 c. p. soltanto al soggetto che abbia commesso o concorso a commettere il delitto non colposo presupposto, e non anche a terzi non coinvolti nella commissione del delitto non colposo presupposto, che il soggetto il quale, non essendo concorso nel delitto-presupposto non colposo, ponga in essere la condotta tipica di autoriciclaggio, o comunque contribuisca alla realizzazione da parte dell’“intraneus”, cioè dell’autore del reato – fonte, delle condotte indicate dall’art. 648-ter.1 cod. pen., risponde di riciclaggio e non di concorso nel meno grave delitto di autoriciclaggio, configurabile nella specie solo nei confronti dell’”intraneus”.



Scarica documento