CAUSE DI ESTINZIONE DEL REATO – SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA – RIGETTO DELLA RICHIESTA DA PARTE DEL G.U.P. – RIPROPOSIZIONE IN UDIENZA PRELIMINARE – Sentenza n. 45338 del 4 novembre 2015, depositata in data 13 novembre 2015

09.12.2015

La Seconda Sezione penale della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 45338 del 4 novembre 2015, depositata in data 13 novembre 2015, in materia di sospensione del procedimento con messa in prova, ha affermato che, nell’ipotesi di rigetto da parte del g.u.p. della richiesta di sospensione proposta durante l’udienza preliminare, è proponibile il ricorso per cassazione dell’imputato o può essere riproposta la richiesta nel giudizio antecedentemente all’apertura del dibattimento, non essendo invece concessa la facoltà di reiterare la richiesta prima della conclusione dell’udienza preliminare