Sanzioni amministrative su violazioni in materia – Regime introdotto dall’art. 6 del d.lgs. n. 150 del 2011 – Cause di opposizione – Sospensione dei termini nel periodo feriale – Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 2145 del 29 gennaio 2021

02.02.2021

Le Sezioni Unite civili della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 2145 del 29 gennaio 2021 , in tema di ordinanza-ingiunzione emessa per sanzioni per violazioni amministrative relative all’impiego non regolarizzato di lavoratori,  hanno affermato il seguente principio di diritto: “Nel regime introdotto dall’art. 6 del d.lgs. n. 150 del 2011, alle controversie, regolate dal processo del lavoro, di opposizione ad ordinanza-ingiunzione che abbiano quale oggetto violazioni concernenti le disposizioni in materia di tutela del lavoro, di igiene sui luoghi di lavoro e di prevenzione degli infortuni sul lavoro nonchè di previdenza e assistenza obbligatoria, diverse da quelle consistenti nella omissione totale o parziale di contributi o da cui deriva un’omissione contributiva, si applica la sospensione dei termini processuali nel periodo feriale, a norma dell’art. 3 della l. n. 742 del 1969, trattandosi di controversie che non rientrano tra quelle indicate dagli artt. 409 e 442 c.p.c. Ne consegue che, ai fini della tempestività della impugnazione avverso la sentenza resa in tema di opposizione ad ordinanza ingiuntiva del pagamento di una sanzione amministrativa per violazioni inerenti al rapporto di lavoro o al rapporto previdenziale, deve tenersi conto della detta sospensione”.



Scarica documento