COMPENSAZIONE SPESE GIUDIZIO – MOTIVAZIONE ADEGUATA – COMPORTAMENTO AMMINISTRAZIONE – Corte di Cassazione , quinta sezione civile, sentenza n. 591 del 12 gennaio 2017

20.01.2017

La quinta sezione civile della Corte di Cassazione con la sentenza n. 591 del 12 gennaio 2017 in tema di compensazione delle spese di giudizio ha affermato che per trovare applicazione debba essere adeguatamente motivata dal giudice in particolare quando l’azione sia stata necessitata per il comportamento  dell’amministrazione. La Suprema Corte ha chiarito che nell’ipotesi di assenza di soccombenza reciproca per compensare le spese è necessaria la presenza di gravi ed eccezionali ragioni  rilevando che frequentemente viene attuata anche in presenza di evidenti errori degli uffici.



Scarica documento