Controricorso per Cassazione – Copia informatica su supporto analogico – Regolarità notifica – Prova – Corte di Cassazione, prima sezione civile, sentenza n. 15711 del 14 giugno 2018

15.06.2018

La prima sezione civile della Corte di Cassazione con la sentenza n. 15711 del 14 giugno 2018, in riferimento alla dichiarazione di conformità della notifica eseguita a mezzo PEC ha stabilito l’improcedibilità del ricorso  in applicazione del seguente principio  «Ai sensi degli artt. 3-bis, comma 3, e 6, comma 1, della I. n. 53 del 1994, come modificata dall’art. 16-quater del di. n. 179 del 2012, introdotto dalla I. n. 228 del 2012, ‘ratione temporis’ applicabili, per la regolarità della notifica del controricorso per cassazione costituito dalla copia informatica dell’atto originariamente formato su supporto analogico, è sufficiente che la copia telematica sia attestata conforme all’originale, giusta l’art. 22, comma 2, del d.lgs. n. 82 del 2005. Effettuato il deposito dell’atto senza modalità telematiche, dell’avvenuta sua notificazione per via telematica va data prova mediante il deposito – in formato cartaceo, con attestazione di conformità ai documenti informatici da cui sono tratti – del messaggio di trasmissione a mezzo PEC, dei suoi eventuali allegati e delle ricevute di accettazione e di avvenuta consegna previste dall’art. 6, comma 2, del d.P.R. n. 68 del 2005″



Scarica documento