Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonché misure per la funzionalità del Ministero dell’interno e l’organizzazione e il funzionamento dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata – Decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113 e della conseguente Legge di conversione n. 132 del 1 dicembre 2018 – Gazzetta Ufficiale n. 281 del 3 dicembre 2018

04.12.2018

 
Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n. 281 del 3 dicembre 2018 è entrato definitivamente in vigore il decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113 e della conseguente Legge di conversione n. 132 del 1 dicembre 2018 con le «Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonché misure per la funzionalità del Ministero dell’interno e l’organizzazione e il funzionamento dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata». 
Il testo nella sua definitiva formulazione corregge le quote di riconoscimento relative alla protezione internazionale per coloro che godono dello status di rifugiato e per coloro che usufruiscono di permessi di soggiorno per motivi umanitari,  deteminandone i requisiti necessari
Viene aumentato il numero di reati che nell’ipotesi condanna definitiva o di accertamento della pericolosità sociale dell’imputato determini la revoca o il venir meno della protezione internazionale con sospensione del procedimento per il riconoscimento nell’ipotesi condanna di primo grado