FAMIGLIA – CONVIVENZA DI FATTO – CESSAZIONE – ASSEGNAZIONE DELLA CASA FAMILIARE AL GENITORE COLLOCATARIO DEI FIGLI MINORI – DIRITTO DI GODIMENTO – QUALIFICAZIONE – CONSEGUENZE – Sentenza n. 17971 dell’11 settembre 2015

15.10.2015

La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 17971 dell’11 settembre 2015, ha stabilito che nell’ipotesi di cessazione della convivenza di fatto, il genitore che sia assegnatario della casa coniugale e presso cui sono stati collocati i figli minori, esercita sul bene immobile un diritto di godimento assimilabile a quello del comodatario, la cui opponibilit√† infranovennale √® garantita anche nei confronti dei terzi acquirenti che siano a conoscenza della condizione di convivenza precedente, anche se il provvedimento giudiziale di assegnazione non sia stato trascritto



Scarica documento