Fatturazione elettronica per gli studi legali – La normativa

15.11.2018

Dal 1° gennaio 2019 tutte le fatture, a seguito di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate tra soggetti residenti o stabiliti in Italia, potranno essere emesse solo in formato elettronico.
Le regole per predisporre, trasmettere, ricevere e conservare le fatture elettroniche sono differenti a seconda che si tratti di cessioni tra soggetti privati, definite nel provvedimento n. 89757 del 30 aprile 2018, oppure emesse verso le Pubbliche Amministrazioni, stabilite dal Decreto Ministeriale n. 55 del 2013.

Esonerati dall’obbligo di emissione della fattura elettronica sono gli operatori (imprese e lavoratori autonomi) che rientrano nel cosiddetto “regime di vantaggio” (di cui all’art. 27, commi 1 e 2, del D.L. n. 98/2011, convertito dalla legge n. 111/2011) e quelli che rientrano nel cosiddetto “regime forfetario” (di cui all’art. 1, commi da 54 a 89, della legge n. 190/2014). Tali soggetti possono comunque emettere fatture elettroniche seguendo le normative sopra citate. È importante precisare che se la fattura viene predisposta ed inviata al cliente in forma diversa da quella XML ovvero con modalità diverse dal Sistema di Interscambio, si considera non emessa, con conseguenti sanzioni a carico del fornitore e con la impossibilità di detrazione dell’Iva a carico del cliente.

Il D. Lgs. 05 agosto 2015, n. 127 contiene la disciplina della: “Trasmissione telematica delle operazioni IVA e di controllo delle cessioni di beni effettuate attraverso distributori automatici, in attuazione dell’articolo 9, comma 1, lettere d) e g), della legge 11 marzo 2014, n. 23”. E’ opportuno precisare che l’obbligo della fatturazione elettronica sussiste in capo ai titolari di partita IVA anche per prestazioni effettuate nei confronti di soggetti privati che non siano tecnicamente in grado od obbligati per legge a dotarsi di un sistema elettronico di ricezione delle fatture medesime, in questo caso il professionista successivamente alla trasmissione elettronica al sistema dovrà provvedere con i mezzi tradizionali a far pervenire al cliente la copia cartacea della fattura emessa elettronicamente.

La nostra Agenda Legale Elettronica è stata opportunamente aggiornata per una completa gestione della fattura elettronica in tutte le sue fasi dalla predisposizione della notula attraverso il calcolo automatico dei compensi secondo le tabelle degli onorari professionali vigenti, fino all’emissione della fattura/parcella che il programma provvede automaticamente a generare in formato .xml e .pdf.