Procedimento in Cassazione – Motivi nuovi – Trasmissione a mezzo p.e.c. – Casella di posta elettronica diversa da quella individuata – Art. 24, comma 4, d.l. n. 137 del 2020 – Corte di Cassazione, prima sezione penale, Sentenza n. 9887 del 26 gennaio 2021, depositata in data 12 marzo 2021

16.03.2021

La Prima Sezione della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 9887 del 26 gennaio 2021, depositata in data 12 marzo 2021 ha dichiarato l’inammissibilità dei motivi nuovi trasmessi alla Corte di cassazione a una casella di posta elettronica certificata diversa da quella individuata  nel provvedimento  del direttore generale dei sistemi informativi automatizzati del Ministero della giustizia ex art. 24, comma 4, d.l. n. 137 del 2020, (reperibile nel portale dei servizi telematici del Ministero della Giustizia all’indirizzo : http://pst.giustizia.it/PST/) per il quale il deposito tramite p.e.c.  degli atti penali presso la Corte di cassazione è consentito soltanto nelle caselle di posta ivi indicate . Ha precisato altresì che tale  causa di inammissibilità va rilevata d’ufficio.



Scarica documento