Giurisdizione civile – Impiego pubblico privatizzato – Richiesta del lavoratore di congedo retribuito – Assistenza ad un familiare convivente con handicap – Diniego – Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 10215 del 30 marzo 2022

24.05.2022

Le Sezioni Unite civili della Corte di Cassazione con la sentenza n. 10215 del 30 marzo 2022 in tema di impiego pubblico privatizzato e della richiesta del lavoratore di congedo retribuito per assistere un familiare convivente disabile grave da assistere, individuando la giurisdizione del giudice ordinario ha affermato che: ” Il diniego del congedo retribuito, richiesto dal lavoratore, dipendente di un’azienda sanitaria, per prestare assistenza ad un familiare convivente con handicap in situazione di gravità, è un atto di gestione del rapporto di lavoro fra la pubblica amministrazione e il dipendente. Esso, pertanto, esula dall’ambito dei provvedimenti amministrativi autoritativi e si compendia in un atto adottato in base alla capacità e ai poteri propri del datore di lavoro privato, rispetto al quale sono configurabili soltanto diritti soggettivi”

 

 

 



Scarica documento