AZIONE ANTIDISCRIMINAZIONE – DIRITTO SOGGETTIVO ASSOLUTO – COMPETENZA GIUDICE ORDINARIO – ATTO O PROVVEDIMENTO RITORSIVO DELLA P.A. – Corte di Cassazione, prima sezione civile, sentenza n. 3842 del 15 febbraio 2021

19.02.2021

La prima sezione civile della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 3842 del 15 febbraio 2021  ha affermato che il diritto a non essere discriminati si configura come un diritto soggettivo assoluto da far valere davanti al giudice ordinario non contrastando il fatto che si concretizzi nell’emanazione di un atto amministrativo . Il Giudice ordinario deve, infatti, limitarsi “a decidere la controversia valutando il provvedimento amministrativo denunziato, disattendendolo ” tamquam non esset” e adottando i conseguenti provvedimenti idonei a rimuoverne gli effetti, ove confermato lesivo del principio di non discriminazione od integrante gli estremi della legittima reazione, senza tuttavia interferire  nelle potestà della p.a., se non nei consueti e fisiologici limiti ordinamentali della disapplicazione incidentale ai fini della tutela dei diritti soggettivi controversi” (Cass. Sez. Unite n. 3670/2011) 

 



Scarica documento