INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA – SERVIZI DI INVESTIMENTO – FORMA SCRITTA DEL CONTRATTO QUADRO – REQUISITO FORMALE DI CUI ALL’ART. 23 DEL D.LGS. N. 58 DEL 1998 – Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, Sentenza n. 898 del 16 gennaio 2018

23.01.2018

Le  Sezioni Unite civili della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 898 del 16 gennaio 2018 in tema di requisiti della forma scritta del contratto-quadro relativo ai servizi di investimento, di cui all’art. 23 del d.lgs. n. 58 del 1998, ha stabilito che “…….è rispettato ove sia redatto il contratto per iscritto e ne venga consegnata una copia al cliente, ed è sufficiente la sola sottoscrizione dell’investitore, non necessitando la sottoscrizione anche dell’intermediario, il cui consenso ben si può desumere alla stregua di comportamenti concludenti dallo stesso tenuti”.



Scarica documento