Iscrizione a ruolo nelle procedure esecutive – Espropriazione mobiliare presso il debitore

13.07.2016

Pubblichiamo una breve guida per l’iscrizione a ruolo delle procedure esecutive utilizzando l’Agenda Legale Elettronica.

AVVERTENZE GENERALI

Attestazioni di conformità

Le regole per il deposito telematico degli atti prevedono per alcune tipologie il deposito della copia informatica o della copia informatica per immagine all’interno del fascicolo informatico; in tal caso il depositante è tenuto ad attestare la conformità della copia all’originale in suo possesso.
La normativa attuale prevede che l’attestazione di conformità venga apposta su un documento informatico separato all’interno del quale deve essere individuato in modo univoco il file del quale si attesta la conformità
Per svolgere tale adempimento il ns software si avvale di una funzione che consente di estrarre l’impronta di hash del documento e di apporre un riferimento temporale sull’arrestazione medesima
Selezionando in sede di allegazione degli atti per il deposito, l’apposita casella “Conformità”, viene estratta l’impronta di hash del relativo file.
In fase di acquisizione degli allegati, dopo aver individuato il file di interesse, apparirà un menù a tendina dal quale l’utente potrà selezionare il tipo di allegazione scegliendo tra: Originale informatico, Duplicato informatico, Copia informatica, Copia informatica per immagine oppure Altro.
Selezionando una qualsiasi delle opzioni, esclusa la voce “Altro”, sarà possibile generare l’attestazione di conformità, all’interno della quale compariranno impronta di hash e riferimento temporale.

Dimensioni massime busta telematica

Le buste telematiche di deposito non possono superare i 30 MB di peso per ragioni connesse con la funzionalità delle caselle di posta elettronica certificata, per tale ragione nella maschera di allegazione degli atti per la predisposizione della busta è presente un contatore che evidenzia le dimensioni della busta che si sta creando. Le dimensioni totali non corrispondono alla somma dei file allegati in quanto L’INDICATORE CONTEGGIA ANCHE IL PESO DELL’OPERAZIONE DI CRIPTAZIONE E SOTTOSCRIZIONE DEI DATI (aumento di circa il 40%).
Nell’ipotesi in cui gli allegati documentali abbiano una dimensione superiore a quella prevista sarà necessario predisporre più buste e provvedere ad invii successivi. Si fa presente che qualora sia necessario iscrivere a ruolo un procedimento nuovo l’eventuale deposito di documenti successivi sarà possibile solo una volta ottenuto dall’ufficio il numero di ruolo generale del procedimento; bisognerà depositare le buste successive non come ulteriore invio di un atto introduttivo ma utilizzando l’apposito atto denominato: “Produzione documenti richiesti”.
Analoga procedura è da seguire per il deposito di un atto endoprocessuale.

ESPROPRIAZIONE MOBILIARE PRESSO IL DEBITORE

Aprire la pratica, tab PCT, cliccare sull’icona “+” per inserire un nuovo atto da depositare, digitare la descrizione e poi selezionare Atti Introduttivi Esecuzioni – Iscrizione a ruolo pignoramento

FASE 1 INSERIMENTO DATI

Ufficio: selezionare l’ufficio giudiziario dall’elenco
Ruolo: selezionare Esecuzioni Civili
Oggetto: selezionare Espropriazione mobiliare presso il debitore
Valore Causa: inserire il valore
Contributo unificato: cliccare su icona “occhio” e poi su icona “Calcolatrice” per effettuare il calcolo automatico; precisare poi il metodo di pagamento se effettuato
Partecipanti: il nominativo può essere prelevato direttamente tra le parti della pratica o digitato. Prestare attenzione alla natura giudirica specificata per il soggetto.

Parte: cliente creditore
Contro Parte: debitore

Soggetti: nome del legale che deposita l’atto e della parte rappresentata.
Data consegna pignoramento: data di restituzione degli atti da parte dell’ufficiale giudiziario
Importo precetto: importo riportato sul precetto
Bene Mobile: cliccare sull’icona “occhio” per inserire i dati relativi al bene pignorato

Tipologia: Obbligatorio – selezionare dall’elenco con doppio click del mouse la voce interessata
Descrizione: Obbligatorio – campo di testo libero
Ubicazione: Non obbligatorio – indirizzo completo del luogo ove è situato il bene
Quantità: Non obbligatorio – valore numerico
Unità di misura: Non obbligatorio – specifica del dato precedente
Riferimento inventario: Non obbligatorio – campo di testo libero
Data inventario: Non obbligatorio
Valore: Obbligatorio – indicare il valore attribuito al bene dall’ufficiale giudiziario

Estensione Anagrafica – dati di qualifica dei debitori

dati Debitore: Obbligatorio – cliccare sull’icona “occhio” per inserire i dati relativi al debitore (nominativo già presente nella finestra – selezionarlo con doppio click del mouse)
data notifica precetto: Non obbligatorio ma la mancanza di tale dato può generare un errore in fase di accettazione
data pignoramento: Obbligatorio
bene pignorato: Non obbligatorio – cliccare sull’icona “+” e poi sull’occhio per inserire il bene (già presente nella finestra perchè inserito al punto precedente; selezionarlo con doppio click del mouse)
diritti reali: Non obbligatorio – specificare la tipologia di diritto
quota: Non obbligatorio – indicare un valore compreso tra 0.01 ed 1 (usare il punto per i decimali); in caso di totalità inserire il numero “1” senza decimali
stato: Non obbligatorio – selezionare una delle voci proposte
stima: Non obbligatorio – valore numerico

Ritornare in Estensione Anagrafica ed inserire:

Dati Procedente: Obbligatorio – nominativo già presente nella finestra – selezionarlo con doppio click del mouse
Riferimento avvocato: Obbligatorio – nominativo già presente nella finestra – selezionarlo con doppio click del mouse

Estensione Dati Rito: dato compilato automaticamente con Presso Debitore

Presso Debitore: cliccare sull’icona occhio per inserire il nome del custode – Obbligatorio

Cronologico pignoramento: Non obbligatorio – cliccare sulla casella ed inserire il numero attribuito dall’ufficiale giudiziario
Titolo: cliccare sulla casella per inserire i dati relativi al titolo in virtù del quale viene azionata la procedura

Titolo esecutivo: Obbligatorio – cliccare sull’icona occhio per specificare la Tipologia (doppio click del mouse per selezionare la voce scelta)
Decrizione: Obbligatorio – campo di testo libero
Ipoteca: Non obbligatorio – specificare i relativi dati
Numero: Non obbligatorio – dato riferito al titolo esecutivo
Data emissione: Non obbligatorio – dato riferito al titolo esecutivo

Ritornare in Titolo ed inserire:

Debitore: selezionare il nominativo del debitore (nominativo già presente nella finestra – validarlo con doppio click del mouse

FASE 2 – INSERIMENTO ATTO PRINCIPALE
Nell’iscrizione a ruolo delle procedure esecutive la Nota di Iscrizione a Ruolo in formato .pdf nativo digitale costituisce l’Atto Principale della busta di deposito
GENERA NIR: Con il relativo tasto viene elaborata e visualizzata la NIR al cui interno l’avvocato può effettuare le eventuali modifiche necessarie
Importa documento generato: La NIR viene trasformata in .pdf ed inserita nella busta telematica

FASE 3 – INSERIMENTO ALLEGATI
Escludi procura alle liti: La selezione implica il non inserimento in busta della procura alle liti
Procura alle liti: Selezionando l’icona cartella si va a prelevare il documento procura alle liti nella cartella ove è stato salvato
Allega documento generico: Consente di selezionare gli allegati da inserire nella busta. Per le procedure esecutive mobiliari è obbligatorio allegare come minimo i seguenti documenti (restituiti dall’Ufficiale Giudiziario, indi scansionati e salvati separatamente in formato .pdf):

“ProcessoVerbale” – il verbale di pignoramento redatto dall’Ufficiale Giudiziario
“TitoloEsecutivo” – il titolo esecutivo in forza del quale si procede
“Precetto” – l’atto di precetto completo delle relate di notifica

Una volta selezionato il documento scegliere dal menù a tendina la relativa descrizione tra quelle sopra indicate (l’elenco comprende anche gli atti delle procedure esecutive presso terzi e immobiliari che in questa tipologia di deposito non rilevano).
Trattandosi di copie informatiche di documenti analogici (scansioni di documenti cartacei) detenuti dall’avvocato, si rende necessaria l’allegazione dell’attestazione di conformità, documento prodotto automaticamente dalla procedura previa selezione dell’apposita casella nella griglia degli allegati, per ogni file (documento) da inserire nell’attestazione e poi generare o allegare se prodotta in precedenza l’attestazione di conformità.
N.B.: Il creditore procedente è tenuto a depositare la copia informatica per immagine degli atti cartacei consegnati all’ufficiale giudiziario e da questi restituiti all’esito dell’esecuzione del pignoramento, quindi le allegazioni documentali obbligatorie hanno comunque la consistenza di copia informatica per immagine.
Selezionare eventuali ulteriori allegati che si voglia inserire nella busta ed eventualmente impostarli come “da firmare” con il relativo pulsante a forma di lucchetto

FASE 4 – FIRMA DEI DOCUMENTI ED INVIO DELLA BUSTA
Procede quindi alla firma dell’atto ed all’invio come al solito