PATROCINIO A SPESE DELLO STATO – ISTANZA DI AMMISSIONE – FALSITÀ O INCOMPLETEZZA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE – MANCATO SUPERAMENTO DEL LIMITE DI LEGGE – Corte di Cassazione, Sezioni Unite penali, Sentenza n. 14723 del 19 dicembre 2019, depositata in data 12 maggio 2020

18.05.2020

Le Sezioni Unite penali della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 14723 del 19 dicembre 2019, depositata in data 12 maggio 2020,  in tema di patrocinio a spese dello Stato, hanno affermato il seguente principio di diritto: “la falsità o l’incompletezza della dichiarazione sostitutiva di certificazione prevista dall’art. 79, comma 1, lett. c) d.P.R. n. 115 del 2002, qualora i redditi effettivi non superino il limite di legge, non comporta la revoca dell’ammissione al patrocinio a spese dello Stato, che può essere disposta solo nelle ipotesi espressamente disciplinate dagli artt. 95 e 112 d.P.R. n. 115 del 2002”.



Scarica documento