ISTANZA DI FALLIMENTO – NOTIFICAZIONE RICORSO ALL’INDIRIZZO PEC DELLA SOCIETA’ CANCELLATA – Sentenza n. 17946 del 13 settembre 2016

03.10.2016

La prima sezione civile della Corte di Cassazione con la sentenza n. 17946 del 13 settembre 2016, con riferimento all’istanza di fallimento,  ha affermato la validità della notifica del ricorso all’indirizzo PEC della società cancellata, già comunicato al registro delle imprese, ai sensi dell’art. 15, c. 3, L. Fall. – nel testo novellato dal D.L. 18/10/2012, n. 179, convertito con modificazioni dalla L. 17/12/2012, n. 221.

La Suprema Corte ha basato il proprio convincimento in ossequio alla sentenza della Corte Costituzionale n. 146/2016 che ha integrato la tutela del diritto di difesa con la celerità e speditezza con cui deve essere indirizzata la procedura concorsuale, precisando altresì che in misura residuale, in caso di impossibilità della notifica a mezzo PEC, debbano essere esperite le procedure di notifica preso la sede ed in ultimo presso la casa comunale del luogo dove aveva la sede 

 

 

 



Scarica documento