LIBERTÀ CONTROLLATA – BENEFICI PENITENZIARI – POSSIBILITÀ DI CONCESSIONE DELLA LIBERAZIONE ANTICIPATA – Corte di Cassazione, prima sezione penale, sentenza n. 2895 del 15 novembre 2018, depositata in data 22 gennaio 2019

24.01.2019

La prima sezione penale della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 2895 del 15 novembre 2018, depositata in data 22 gennaio 2019, affrontando la questione se le sanzioni sostitutive debbano considerarsi esecuzione della pena ad ogni effetto ed in particolare del riconoscimento del carattere restrittivo della libertà personale con la libertà controllata, con applicazione degli stessi criteri validi per libertà vigilata  e liberazione condizionale, ha affermato che in caso di libertà controllata non sia  possibile applicare le stesse previsioni dell’ordinamento penitenziario per la liberazione anticipata, in quanto non si correla ad una restrizione, difettando di uno stato detentivo e mantenendo uno stato di libertà seppur con restrizioni, che non permette peraltro una verifica della rieducazione . 



Scarica documento