STUPEFACENTI – FATTO DI LIEVE ENTITÀ – ART. 73, COMMA 5, DEL D.P.R. N. 309 DEL 1990 – ATTENUANTE DEL LUCRO E DELL’EVENTO DI SPECIALE TENUITÀ EX ART. 62, N. 4, COD. PEN. – Corte di Cassazione, Sezioni Unite penali, sentenza n. 24990 del 30 gennaio 2020, depositata in data 2 settembre 2020

14.09.2020

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con la  sentenza n. 24990 del 30 gennaio 2020, depositata in data 2 settembre 2020,  sulla questione relativa alla applicabilità della circostanza attenuante del conseguimento del lucro di speciale tenuità di cui all’art. 62, n. 4, c.p. al reati di cessione di sostanze stupefacenti e alla compatibilità con l’autonoma fattispecie del fatto di lieve entità prevista dall’arrt. 73, comma 5, d.P.R. 309/90, hanno affermato il seguente principio di diritto: ” La circostanza attenuante del lucro e dell’evento di speciale tenuità è applicabile, indipendentemente dalla natura giuridica del bene oggetto di tutela, ad ogni tipo di delitto commesso per un motivo di lucro, compresi i delitti in materia di stupefacenti, ed è compatibile con la fattispecie di lieve entità prevista dall’art. 73, comma 5, del d.P.R.  n. 309 del 1990″.



Scarica documento