Locazioni immobiliari – intimazione di sfratto – disdetta – validita’ – Corte di Cassazione, sezione sesta civile, ordinanza n. 28471 del 29 novembre 2017

16.01.2018

La sesta sezione civile della Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 28471 del 29 novembre 2017, in tema di sfratto per finita locazione,  ha affermato, con riferimento alla giurisprudenza di legittimità (Cass. 8443/1995ì, Cass. n. 409/2006 e Cass. 263/2011), che “……anche l’intimazione di sfratto può contenere la disdetta, in quanto da essa si trae l’inequivoca volontà del locatore di non rinnovare il contratto, e che «tale intimazione è direttamente riferibile al locatore in virtù della procura al difensore, che l’ha sottoscritta, posta a margine della citazione, e dello stesso mandato alle liti, estensibile ad una dichiarazione che, pur avendo natura sostanziale, costituisce il presupposto dell’intimazione di sfratto, e vale, quindi, ad integrare una disdetta valida ed efficace»”

 



Scarica documento