MALATTIA PROFESSIONALE – RISCHIO SPECIFICO PROPRIO E IMPROPRIO – TECNOPATIA QUALE CONSEGUENZA DELL’ATTIVITA’ LAVORATIVA – RISCHIO CONNESSO ALL’ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO – Corte di Cassazione, quarta sezione civile, Ordinanza n. 5066 del 5 marzo 2018

16.03.2018

La quarta sezione civile della  Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 5066 del 5 marzo 2018  ha affrontato la questione del rischio specifico proprio della lavorazione e del cosidetto rischio specifico improprio  tema di malattia professionale, affermando che  “ogni forma di tecnopatia,  che possa ritenersi conseguenza di attività lavorativa risulta assicurata dall’INAIL,  anche se non è compresa tra le malattie tabellate o tra i rischi  tabellati, dovendo il lavoratore dimostrare soltanto il nesso di causa tra la lavorazione patogena e la malattia diagnosticata”.



Scarica documento