Confisca per equivalente ed al sequestro ad essa finalizzato” – Somme dovute a titolo di stipendio, salario o di altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego – Somme dovute a vario titolo secondo i limiti di operatività di cui all’art. 545 cod. proc. civ. – Corte di Cassazione, Sezioni Unite penali, sentenza n. 26252 del 24 febbraio 2022, depositata in data 7 luglio 2022

12.07.2022

Le Sezioni Unite penali della Corte di Cassazione, con la  sentenza n. 26252 del 24 febbraio 2022, depositata in data 7 luglio 2022,  sulla questione sottoposta al proprio esame relativa alla applicazione dei limiti di impignorabilità delle somme dovute secondo quanto previsto dall’art. 545 cod. proc. civ., hanno affermato il seguente principio di diritto: ” I limiti di impignorabilità delle somme spettanti a titolo di stipendio, di salario o di altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego, comprese quelle dovute a titolo di licenziamento, nonché a titolo di pensione, di indennità che tengano luogo di pensione o di assegno di quiescenza, previsti dall’art. 545 cod. proc. civ., si applicano anche alla confisca per equivalente ed al sequestro ad essa finalizzato”.



Scarica documento