MISURE DI PREVENZIONE – SORVEGLIANZA SPECIALE – GIUDIZIO DI PERSISTENTE PERICOLOSITÀ SOCIALE – VAGLIO PRESUPPOSTI – Corte di Cassazione, prima sezione penale, sentenza n. 19657 ud. 24/01/2017 – deposito del 26/04/2017

27.04.2017

La prima sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza n. 19657 del 24 gennaio 2017,  depositata in data 26 aprile 2017 ha affermato che la valutazione sulla persistente pericolosità sociale debba essere eseguito dal giudicante, seppur nel’ambito dei poteri discrezionali da quest’ultimo esercitati, sulla base di un rigoroso vaglio dei relativi presupposti sulla base dell’art. 11, d. lgs., n. 159 del 2011 tenendo conto della  condizione di pericolosità sociale con riferimento alla evoluzione della personalità e di tutti quegli elementi atti alla sua individuazione che, senza alcun automatismo  tenga conto anche  degli elementi originariamente acquisiti.



Scarica documento