Mutuo fondiario – Superamento limite finanziabilità – Elemento essenziale per la qualifica – Validità mantenuta dell’ipoteca – Mantenimento privilegio per l’Istituto bancario – Corte di Cassazione, prima sezione civile, sentenza n. 17352 del 13 luglio 2017

12.09.2017

La prima sezione civile della Corte di Cassazione  con la sentenza n. 17352 del 13 luglio 2017 modificando un consolidato orientamento giurisprudenziale in materia di mutuo fondiario ha affermato la nullità della concessione per una somma che ecceda il limite di finanziabilità pari all’80 per cento del valore del bene ipotecato, in quanto elemento essenziale per la qualifica di “fondiario”. Contestualmente ha altresì sancito che l’ipoteca non perda validità in quanto può essere convertito in un mutuo ipotecario non fondiario, con la conseguenza che lì’Istituto  bancario  non perde il privilegio nel’esecuzione 



Scarica documento