NEGOZIAZIONE ASSISTITA FAMILIARE – CONTRIBUTO UNIFICATO E DIRITTO DI COPIA – GRATUITA’ – Ministero della Giustizia con circolare del 14 giugno 2018

28.06.2018

Il Ministero della Giustizia con  circolare del 14 giugno 2018 ha affrontato la questione circa il pagamento del contributo unificato per la procedura di negoziazione assistita familiare stabilendo che  non è dovuto e confermandone la gratuità.

In particolare la circolare specifica che il procedimento instaurato davanti al procuratore della Repubblica ed eventualmente proseguito davanti al Presidente del Tribunale è gratuito chiarendo che non sono dovuti nè il contributo unificato di iscrizione a ruolo nè l’imposta di bollo.

Non sono altresì dovuti  i diritti di copia per il rilascio della copia autentica del nulla osta e e dell’autorizzazione che il p.m. è chiamato ad apporre sull’accordo concluso ai sensi dell’art.  6 d.l. 132/2014.

 

 

 

debenza del contributo unificato per la fase di competenza del Pubblico ministero e, soprattutto, per quella eventualmente di competenza del Presidente del Tribunale.

La soluzione del Ministero della Giustizia

La Circolare risponde all’interrogativo in senso negativo, confermando il principio della gratuità del procedimento di negoziazione assistita in ambito familiare.  

Tale orientamento interpretativo era stato prospettato dallo stesso Ministero già con la circolare 29 luglio 2015.

Tuttavia, in ragione di prassi diverse con riferimento alla fase del procedimento dinanzi al Presidente del Tribunale, il Ministero ha ritenuto opportuno ribadire il menzionato orientamento al fine dell’uniformità di comportamento.

In particolare, la Circolare in commento precisa, sia per la fase di competenza del Pubblico ministero che per quella eventualmente di competenza del Presidente del Tribunale, che (cfr. Ministero della giustizia, circ. 29.7.2015):



Scarica documento