NOTIFICAZIONI – CONSEGNA A PERSONA IN RAPPORTI DI PARENTELA MA NON DI FAMIGLIA O ADDETTA ALLA CASA – Corte di Cassazione, sesta sezione civile, sentenza n. 10543, depositata in data 15 aprile 2019

03.07.2019

La sesta sezione civile della Corte di Cassazione con la sentenza n. 10543 depositata in data 15 aprile 2019, nel ricorso presentato dall’Agenzia delle Entrate relativamente alla materia concernente avvisi di intimazione per il pagamento di cartelle esattoriali,  ha confermato il principio già precedentemente espresso per il quale “è stata affermata la nullità della notifica consegnata al padre del destinatario, non nella abitazione di quest’ultimo ma nell’abitazione del padre; al riguardo, la Corte ha condivisibilmente affermato che «che non basta che la persona cui sia stata consegnata la copia sia in rapporti di parentela con il destinatario dell’atto dovendo, invece, trattarsi di persona di famiglia o addetta alla casa, di persona cioè a lui legata da un rapporto di convivenza che, per la costanza di quotidiani contatti, dà affidamento che l’atto sia portato a sua conoscenza”



Scarica documento