OBBLIGHI DI ASSISTENZA FAMILIARE – ART. 570-BIS COD. PEN. – VIOLAZIONE – OBBLIGO DI MANTENIMENTO – SUCCESSIVO ACCORDO TRANSATTIVO MODIFICATIVO NON OMOLOGATO – Corte di Cassazione, sesta sezione penale, sentenza n. 5236 del 11 dicembre 2019, depositata in data 7 febbraio 2020

13.02.2020

La Sesta sezione penale della  Corte di Cassazione, con la sentenza n. 5236 del 11 dicembre 2019, depositata in data 7 febbraio 2020, sulla riduzione consensuale dell’assegno di mantenimento senza conferma successiva in diverso provvedimento giudiziario,  ha affermato il seguente principio di diritto: “non è configurabile il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare in caso di separazione o di scioglimento del matrimonio di cui all’art. 570-bis cod. pen.,  qualora l’agente si sia attenuto agli impegni assunti con l’ex coniuge per mezzo di un accordo transattivo, non omologato dall’autorità giudiziaria, modificativo delle statuizioni sui rapporti patrimoniali contenute in un precedente provvedimento giudiziario” 



Scarica documento