Peculato – Condotta del gestore o esercente apparecchi da gioco leciti – Impossessamento proventi – Quota PREU – Corte di Cassazione, Sezioni Unite penali, Sentenza n. 6087 del 24 settembre 2020, depositata in data 10 febbraio 2021

17.02.2021

Le Sezioni Unite penali della Corte di Cassazione con la sentenza n. 6087 del 24 settembre 2020, depositata in data 10 febbraio 2021, sulla questione di diritto relativa all’ipotesi di peculato in caso di omesso versamento del prelievo unico erariale (PREU) ha affermato il seguente principio di diritto : “Integra il reato di peculato la condotta del gestore o dell’esercente degli apparecchi da gioco leciti di cui all’art. 110, sesto e settimo comma, TULPS, che si impossessi dei proventi del gioco, anche per la parte destinata al pagamento del PREU, non versandoli al concessionario competente”



Scarica documento