PENE ACCESSORIE – TERMINE DURATA NON FISSA – DETERMINAZIONE DEL GIUDICE EX ART. 133 C.P. – CORTE COSTITUZIONALE N. 222/2018 – Corte di Cassazione, Sezioni Unite penali, sentenza n. 28910 del 28 febbraio 2019, depositata in data 3 luglio 2019

08.07.2019

Le Sezioni Unite penali della Corte di Cassazione con la sentenza n. 28910 del 28 febbraio 2019, depositata in data 3 luglio 2019, con riferimento alla questione posta se le pene accessorie per il reato di bancarotta fraudolenta, previste dall’art. 216, ultimo comma, della legge fallimentare, come “riformulato” in ossequio alla sentenza della Corte costituzionale n. 222 del 2018, hanno affermato il seguente principio di diritto: “Le pene accessorie, per le quali la legge indica un termine di durata non fissa, devono essere determinate in concreto dal giudice  in base ai criteri di cui all’art. 133 cod. pen”.



Scarica documento