PRESCRIZIONE – DISCIPLINA EMERGENZIALE INTRODOTTA PER FAR FRONTE ALLA PANDEMIA DA COVID-19 – SOSPENSIONE DEL PROCEDIMENTO E DELLA PRESCRIZIONE – ART. 83, D.L. 18 MARZO 2020 – VIOLAZIONE ART. 25 COST. – CRITERIO DI COMPUTO DEL PERIODO DI SOSPENSIONE – Corte di Cassazione, terza sezione penale, Sentenza n. 21367 del 2 luglio 2020, depositata in data 17 luglio 2020

29.07.2020

La terza sezione penale della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 21367 del 2 luglio 2020, depositata in data 17 luglio 2020, con riferimento al regime della sospensione della prescrizione introdotto dall’art. 83 del d.l. 18 marzo 2020 (conv. con mod. con la legge 24 aprile 2020, n. 27 e succ. mod. con d.l. 30 aprile 2020, art. 3, comma l, lett. h), conv. con la legge 25 giugno 2020, n. 70) rilevando di applicazione generale, proporzionata e di durata temporanea, la deroga al principio di irretroattività della legge penale sfavorevole, previsto dall’art. 25, comma 2, Cost. risultando  giustificata dall’esigenza di tutelare il bene primario della salute, conseguente ad un fenomeno pandemico eccezionale e temporaneo, dovendosi realizzare un ragionevole bilanciamento tra diritti fondamentali, nessuno dei quali è assoluto e inderogabile, ha ritenuto praticabile “un’interpretazione costituzionalmente orientata e reputa la questione di legittimità costituzionale manifestamente infondata, a condizione che la sospensione del corso della prescrizione, per preservare il carattere proporzionato e strettamente temporaneo della stessa sia così modulata, per i processi fissati e rinviati d’ufficio:

a) fino all’11 maggio 2020, per le udienze ricadenti nel periodo 9 marzo- 11 maggio 2020 e rinviate d’ufficio a data successiva all’11 maggio 2020. In tal senso dispone l’art. 83, comma 4, cit. il cui originario termine del 15 aprile 2020 è stato prorogato all’11 maggio  2020;

b) fino al 30 giugno 2020, in relazione ai procedimenti le cui udienze risultavano fissate nel periodo successivo, ovvero dal 12 maggio 2020, e siano state rinviate dai capi degli uffici giudiziari, a data successiva al 30 giugno 2020, con il provvedimento ai sensi dell’art. 83 comma 7 lett. g) cir. , ma con sospensione del corso della prescrizione solo fino al 30 giugno 2020, come dispone l’art. 83, comma 9 d.l. n. 18/2020″

 



Scarica documento