PROCESSO AMMINISTRATIVO TELEMATICO – IL T.A.R. CAMPANIA SULLA NULLITA’ DEL DEPOSITO DI ATTI PRIVI DI SOTTOSCRIZIONE DIGITALE

02.05.2017

Il T.A.R. di Napoli con la sentenza n. 1694 del 2017 è entrata nel merito dell’interpretazione dell’art 6, co. 5 delle Specifiche Tecniche del Processo Amministrativo Telematico, All. A al D.P.C.M. 16.02.2016, n.40.
La norma – con un inciso già oggetto di numerosi interventi critici – statuisce che la firma PADES-BES apposta in calce al modulo di deposito degli atti nel P.A.T., si estende a tutti i documenti a detto modulo allegati.  Secondo l’interpretazione fornita dal T.A.R. di Napoli nella sentenza in oggetto, sono da considerarsi nulli tutti gli atti processuali non redatti in formato di documento elettronico e non sottoscritti digitalmente, così come sono da considerarsi nulli i depositi di copie informatiche per immagine di documenti (nel caso di specie la procura) sprovviste di attestazione di conformità.
La pronuncia, dopo una lunga disamina delle norme primarie e delle regole e specifiche tecniche ha sostanzialmente statuito che sono nulle per mancato rispetto delle norme dettate in materia di formato degli atti del Processo Amministrativo Telematico:
La scansione per immagini non asseverata di una memoria difensiva analogica priva di sottoscrizione autografa;
La copia digitale per immagini della procura alle liti in formato analogico a firma autografa del legale rappresentante del soggetto processuale;
Il documento informatico pdf, privo di firma digitale, recante attestazione di conformità della copia informatica della procura  all’originale
analogico dal quale è stata estratta.

 



Scarica documento