MANDATO ARRESTO EUROPEO – PROVVEDIMENTO RESTRITTIVO INTERNO EMESSO DA UN’AUTORITÀ DI POLIZIA – SUCCESSIVA CONVALIDA DEL PUBBLICO MINISTERO – LEGITTIMITÀ – Corte di Cassazione, sesta sezione penale, sentenza n. 20571 del 1 luglio 2020, depositata in data 9 luglio 2020

16.07.2020

La Sesta sezione penale della  Corte di Cassazione, con la sentenza n. 20571 del 1 luglio 2020, depositata in data 9 luglio 2020, sull’emissione di un mandato di arresto europeo ne   ha affermato la legittimità sulla base di un provvedimento restrittivo della libertà disposto da un’autorità di polizia ed in seguito convalidato dal pubblico ministero, purchè il provvedimento consenta il beneficio per la persona ricercata delle garanzie risultanti dai diritti fondamentali e dai fondamentali principi principi giuridici menzionati all’art. 1, par. 3, della decisione quadro 2002/584 



Scarica documento