REATO DI ISTIGAZIONE AL SUICIDIO – QUALIFICAZIONE COME REATO COMMESSO CON VIOLENZA MORALE CONTRO LA PERSONA – NOTIFICA ALLA PERSONA OFFESA – Corte di Cassazione, quinta sezione penale, sentenza n. 48360 del 17 settembre 2018, depositata in data 23 ottobre 2018

30.10.2018

La quinta sezione penale della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 48360 del 17 settembre 2018, depositata in data 23 ottobre 2018, ha affermato che,  essendo il reato di istigazione al suicidio rappresenta una forma subdola di coartazione della volontà,  la richiesta di archiviazione deve essere notificata alla persona offesa e la decisione del giudice non può intervenire prima della scadenza del termine entro cui la persona offesa può proporre opposizione



Scarica documento