Processo fallimentare – Reclamo contro la sentenza dichiarativa di fallimento – Rigetto – Cassazione con rinvio – Mancata riassunzione del processo – Art. 393 c.p.c – Corte di Cassazione, prima sezione civile, sentenza n. 3022 del 10 febbraio 2020

19.02.2020

La Prima Sezione della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 3022 del 10 febbraio 2020, sulla questione sottoposta alla propria attenzione, per la quale al processo fallimentare non sarebbe applicabile la disciplina generale delle impugnazioni, e in particolare l’art. 393 cod. proc. civ., nella parte in cui dispone che in caso di mancata riassunzione o di estinzione del giudizio di rinvio “l’intero processo di estingue”. ha enunciato il seguente principio di diritto: “In tema di effetti del giudizio di rinvio sul giudizio per dichiarazione di fallimento, ove la sentenza di rigetto del reclamo contro la sentenza dichiarativa, di cui all’art. 18 legge fall., sia stata cassata con rinvio, e il processo non sia stato riassunto nel termine prescritto, trova piena applicazione la regola generale di cui all’art. 393 cod. proc. civ., alla stregua della quale alla mancata riassunzione consegue l’estinzione dell’intero processo e, quindi, anche l’inefficacia della sentenza di fallimento”.



Scarica documento