CONTRATTO DI LOCAZIONE DI IMMOBILI – REGISTRAZIONE TARDIVA – NULLITÀ – PRODUZIONE EFFETTI CON DECORRENZA EX TUNC – PATTO MAGGIORAZIONE CANONE – LIMITI – Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 23601 del 9 ottobre 2017

10.10.2017

Le Sezioni Unite civili della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 23601 del 9 ottobre 2017, in tema di locazione di immobili ha stabilito i seguenti principi di diritto: “A) La mancata registrazione del contratto di locazione di immobili è causa di nullità dello steso; B) Il contratto di locazione di immobili, quando sia nullo per la (sola) omessa registrazione, può comunnque produrre i suoi effetti con decorrenza ex tunc, nel caso in cui la registrazione sia effettuata tardivamente.; C) E’ nullo il patto col quale le parti di un contratto di locazione di immobili ad uso non abitativo concordino occultamente un canone superiore a quello dichiarato; detta nullità “vitiatur sed non vitiat”, con la conseguenza che solo il patto di maggiorazione del canone risulterà insanabilmente nullo, a prescindere dall’avvenuta registrazione.”



Scarica documento