RICORSO PER CASSAZIONE – NOTIFICAZIONE A MEZZO P.E.C. DEL RICORSO – DEPOSITO ANALOGICO DEL RICORSO E DELLA COPIA DELLA SENTENZA – MANCATA ATTESTAZIONE DI CONFORMITA’ – PROCEDIBILITA’ CORTE DI CASSAZIONE SS.UU.- Sentenza 25 marzo 2019, n. 8312

26.03.2019

La Suprema Corte è intervenuta sull’annosa questione della sanzione dell’improcedibilità in caso di ricorso per Cassazione notificato a mezzo p.e.c. seguito dal deposito in formato analogico della copia del provvedimento impugnato, del ricorso e della relazione della notificazione telematica della sentenza, sprovvisti di attestazione di conformità da parte del difensore o provvisti di  attestazione priva di sottoscrizione autografa.

In buona sostanza la mancanza di attestazione di conformità o di sottoscrizione autografa sulla stessa depositata in formato analogico non implica come sanzione l’improcedibilità del ricorso qualora l’unico controricorrente od uno dei controricorrenti depositino copia analogica del provvedimento impugnato ritualmente autenticata, ovvero non abbiano disconosciuto la conformità della copia informatica all’originale.

In caso di formale disconoscimento il ricorrente ha invece l’onere di depositare l’asseverazione di conformità all’originale della copia analogica della decisione impugnata, sino all’udienza di discussione o all’adunanza in camera di consiglio.

8312-2019