Riparto fallimentare – Reclamo ex art. 26 o art. 36 l. fall. – Proponibilità di qualunque controinteressato – Notifica nei confronti di tutti i restanti creditori – Corte di Cassazione, Sezioni unite civili, sentenza n. 24068 del 26 settembre 2019

30.09.2019

Le Sezioni unite civili della  Corte di Cassazione con la sentenza n. 24068 del 26 settembre 2019,  sulla questione riguardante la legittimazione al reclamo di un creditore che non aveva impugnato il piano di riparto avanti al giudice delegato hanno enunciato il seguente principio di diritto: “in tema di riparto fallimentare, ai sensi dell’art. 110 l.fall. (nel testo applicabile ratione temporis come modificato dal d.lgs. n. 169 del 2007), sia il reclamo ex art. 36 l.fall. avverso il progetto – predisposto dal curatore – di riparto, anche parziale, delle somme disponibili, sia quello ex art. 26 l.fall. contro il decreto del giudice delegato che abbia deciso il primo reclamo, possono essere proposti da qualunque controinteressato, inteso quale creditore che, in qualche modo, sarebbe potenzialmente pregiudicato dalla diversa ripartizione auspicata dal reclamante, ed in entrambe le impugnazioni il ricorso va notificato a tutti i restanti creditori ammessi al riparto anche parziale”. 

 



Scarica documento