“WHISTLEBLOWING” – RESPONSABILE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE – NATURA DI DICHIARAZIONE ACCUSATORIA – Corte di Cassazione, sesta sezione penale, sentenza n. 9041 del 31 gennaio 2018, depositata in data 27 febbraio 2018

02.03.2018

La Sesta Sezione penale della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 9041 del 31 gennaio 2018, depositata in data 27 febbraio 2018,  ha precisato  la natura di dichiarazione accusatoria del  whistleblowing, ovvero della segnalazione del dipendente pubblico al responsabile per la prevenzione della corruzione di possibili condotte illecite , non assumendo la configurazione di semplice spunto investigativo a causa dell’anonimato del denunciante.



Scarica documento