SITO INQUINATO – BONIFICA SPONTANEA DEL PROPRIETARIO NON RESPONSABILE – DIRITTO DI RIVALSA NEI CONFRONTI DEL RESPONSABILE – OBBLIGAZIONE DEL RESPONSABILE DELL’INQUINAMENTO DI RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE – INAPPLICABILITA’ ART. 2055 C.C – Corte di Cassazione, terza sezione civile, Ordinanza n. 1573 del 22/01/2019

25.01.2019

La  terza sezione civile della Corte di Cassazione, con l’ Ordinanza n. 1573 del 22/01/2019  affrontando la questione della  bonifica e ripristino ambientale dei siti contaminati ha affermato che “Il proprietario non responsabile dell’inquinamento che abbia spontaneamente provveduto alla bonifica del sito inquinato ha diritto di rivalersi nei confronti del responsabile dell’inquinamento per le spese sostenute a condizione che sia stata rispettata per la bonifica la procedura amministrativa prevista dalla legge ed indipendentemente dall’identificazione del responsabile dell’inquinamento da parte della competente autorità amministrativa”. Precisando altresi  che “non trova applicazione la regola della responsabilità solidale di cui all’art. 2055 cod.civ.  nel caso dell’obbligazione del responsabile dell’inquinamento avente ad oggetto il rimborso delle spese sostenute dal proprietario per la bonifica spontanea del sito inquinato poiché trattasi di obbligazione “ex lege”, di contenuto non risarcitorio ma indennitario, derivante non da fatto illecito ma dal fatto obiettivo dell’inquinamento”.



Scarica documento