STATO PASSIVO – DECRETO DI ESECUTIVITÀ – PIANO DI RIPARTO – ESCLUSIONE DI UN CREDITO AMMESSO PER FATTO ESTINTIVO SOPRAVVENUTO – Sentenza n. 525 del 14 gennaio 2016

01.02.2016

La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 525 del 14 gennaio 2016, ha statuito che non viene meno la possibilità per il Giudice delegato, in sede di riparto, di escludere un credito già ammesso quando sia stato pronunciato il decreto di esecutività dello stato passivo,  qualora il curatore faccia valere un fatto estintivo successivo all’ammissione come ad esempio l’integrale soddisfazione del creditore da parte dei coobbligati in solido del fallito.