CONDOMINIO – CREDITORE DEL CONDOMINIO – TITOLO ESECUTIVO GIUDIZIALE – CREDITI PER CONTRIBUTI DOVUTI DAI CONDOMINI – ESPROPRIAZIONE PRESSO TERZI – Corte di Cassazione, terza sezione civile, sentenza n. 12715 del 14 maggio 2019

22.05.2019

La terza sezione civile della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 12715 del 14 maggio 2019, in una controversia avente ad oggetto la contestazione del diritto di un creditore del condominio, munito di titolo giudiziale,  di procedere ad esecuzione forzata mediante il pignoramento dei crediti verso i condomini per contributi ha affermato il seguente principio di diritto:  “Il creditore del condominio che disponga di un titolo esecutivo nei confronti del condominio stesso, ha facoltà di procedere all’espropriazione di tutti i beni condominiali, ai sensi degli artt. 2740 e 2910 c.c., ivi inclusi i crediti vantati dal condominio nei confronti dei singoli condomini per i contributi dagli stessi dovuti in base a stati di ripartizione approvati dall’assemblea, in tal caso nelle forme dell’espropriazione dei crediti presso terzi di cui agli artt. 543 ss. c.p.c. e ss.” 



Scarica documento