Ufficio stampa – Datore di lavoro pubblico – Attività giornalistica e sua portata generale- Area speciale di contrattazione – Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 21764 del 29 luglio 2021

03.09.2021

Le Sezioni Unite civili della Corte di Cassazione,  con la sentenza  n. 21764 del 29 luglio 2021,  sulla questione relativa all’individuazione del soggetto previdenziale per l’adempimento dell’obbligo contributivo del datore di lavoro pubblico per quanto concerne soggetti che svolgano attività di addetto stampa, hanno affermato i seguenti principi di diritto: – 1) “Deve essere considerata giornalistica l’attività svolta nell’ambito dell’ufficio stampa di cui alla l. n. 150 del 2000 per la quale il legislatore ha richiesto il titolo dell’iscrizione all’albo professionale e previsto un’area speciale di contrattazione con la partecipazione delle oo.ss. dei giornalisti”  – 2) “In presenza dello svolgimento di attività giornalistica l’iscrizione all’INPGI  ha portata generale a prescindere dalla natura pubblica o privata del datore di lavoro e dal contratto collettivo applicabile al rapporto”.

 



Scarica documento